Rutger van der Velde: Genetica e ricerca extra-terrena cambieranno il mondo
13 Giugno 2021

Maria Chiara Petrone: l’innovatore? Un pioniere che pianta semi per i frutti del domani

“Non sono i titoli professionali o familiari a fare di un uomo quello che è ma le sue azioni e la sua passione”.  Con queste parole si racconta  la giovane imprenditrice, Personal Brander e Business scout Maria Chiara Petrone.
Petrone, classe 1991,  approda a Roma dopo aver concluso la maturità classica a Benevento e si laurea in scienze della comunicazione alla Sapienza. Il periodo romano le regala una delle esperienze più formative e importanti per i suoi primi anni da universitaria: la collaborazione con l’eclettico Vittorio Sgarbi.

Attualmente è Ceo and Founder della Mcp Consulting and Management, è press officer e relazioni esterne con i media per Federfranchising Confesercenti.
Ha promosso, insieme alla Confcommercio di Pescara, un percorso di assistenza completa per le Pmi nello sviluppo di relazioni commerciali con Paesi esteri e nell’introduzione nei mercati internazionali.
E’ promotrice de “i vantaggi economici nella terra delle aquile  Shqipëri, un ponte tra Italia e Albania”, grazie al ministero dell’economia, Financave dhe Ekonomisë.

D. Chi è un innovatore per te? Perché?
R.  L’innovatore? È colui il quale crea valore aggiunto.
L’innovatore è un pioniere, un caparbio, è un vero e proprio leader che sa ciò che vuole e non ha paura di sbagliare perché con la sua visione lungimirante sa che i semi che pianta ogni giorno con devozione daranno un frutto prezioso nel domani.

D. Qual è l’innovazione che cambierà il mondo nei prossimi anni?
R.  L’innovazione tecnologica, finanziaria e nella politica monetaria. Tutto questo è racchiuso nella criptovaluta. Con lo scoppio della pandemia COVID-19 la criptovaluta ha registrato un boom di richieste con un aumento di valore di oltre sette volte in un solo anno.

D. Qual è il ruolo di un leader in un’organizzazione?
R.  Il leader è colui che tiene le redini di un’azienda o organizzazione.
Le caratteristiche e le capacità che deve avere sono molteplici.
Un leader deve ispirare, essere monito e esempio per i propri dipendenti, deve essere un vero e proprio innovatore sempre alla ricerca e a caccia di novità, deve amare e portare avanti con passione il proprio lavoro.
E soprattutto non deve aver paura di rischiare.

D. Una persona che ha lasciato il segno nella tua vita?
R.  Sono molteplici le persone che hanno lasciato un segno indelebile nella mia vita, quella che però voglio citare qui è mia zia Paola morta a 98 anni. Una vera e propria forza della natura, una roccia.  Figlia del noto poeta dialettale abruzzese Alfredo Luciani, si ricordano le sue collaborazioni e scambi epistolari con Benedetto Croce, Gabriele D’Annunzio e Padre Pio.
Ecco, mia zia è sempre stato un mentore, un monito, la sua storia, la nostra storia, sono fonte di grande orgoglio e prestigio per me.

D. La tua più grande paura/la tua più grande speranza?
R.  Mi considero una persona molto forte, caparbia e determinata sono poche le cose di cui ho veramente paura e non sono rilevanti. La mia speranza? Un mondo in cui avanzamento tecnologico ed essere umano vadano a braccetto.

D. Il tuo progetto di lavoro attuale e quello futuro.
R. I miei progetti di vita e professionali vanno sempre di pari passo, sto creando un network di professionisti che possano dare la giusta assistenza a 360 gradi  a tutte quelle aziende che decidono di aprire un nuovo business o delocalizzare le proprie attività nella terra delle aquile, Albania.

D. La cosa che più ti fa emozionare e quella che ti fa più arrabbiare
R. Emozionare? La gentilezza, l’eleganza, la signorilità.
Arrabbiare? La maleducazione, l’arroganza, la tracotanza.

Iscriviti alla Newsletter









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi