E’ ON LINE LA SECONDA NEWSLETTER DEL 2012
20 marzo 2012
DAL OGGI IN LIBRERIA “NAPOLEONE IL COMUNICATORE. PASSARE ALLA STORIA NON SOLO CON LE ARMI”
19 giugno 2012

E’ ON LINE LA TERZA NEWSLETTER DEL 2012

Buona domenica,
Eccoci alla terza newsletter del 2012 di www.robertorace.it.

In questo numero parlo della ricerca dell’Unione della Stampa Cattolica Italiana e della Fondazione Cariplo sulla credibilità delle professioni dei comunicatori in Italia, del programma di attività della Fondazione Valenzi, della mostra che sarà inaugurata a Tunisi dal Presidente Napolitano e delle litografie a tiratura limitata stampate da Arti Grafiche Boccia.

La credibilità delle professioni dei comunicatori in Italia
L’Unione della Stampa Cattolica Italiana, con il sostegno della Fondazione Cariplo, ha realizzato un’interessante ricerca sulla credibilità delle professioni dei comunicatori in Italia. La ricerca ha portato anche alla realizzazione del volume “A bocca aperta” edito dal Centro di Documentazione Giornalistica (un’importante realtà che da decenni pubblica l’Agenda del Giornalista). E mi ha fatto piacere che Stefania Di Mico, la ricercatrice che ha realizzato il capitolo sulle relazioni esterne, per avere un inquadramento sul settore ha intervistato me, il direttore relazioni esterne di Danone Simone Ceruti, il presidente di Assorel Beppe Facchetti e il direttore della Ferpi Letizia Pini.

Fondazione Valenzi
Gli eventi
Continua l’impegno della Fondazione per il territorio. Ormai abbiamo nella sede del Maschio Angioino una media di tre eventi a settimana e tante progettualità in cantiere. Venerdì 11 maggio abbiamo ospitato il primo di una serie di incontri con i protagonisti della politica, dell’economia e delle cultura a cui hanno partecipato il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe e il Presidente Emerito della Corte Costituzionale Francesco Paolo Casavola. Si è parlato di etica e bene comune e l’attenzione non poteva non cadere sui drammi di queste settimane legati alla crisi e ai tanti suicidi.
A questo link la rassegna dell’Asit: http://www.asitnews.it/Cliente32/DatiWeb/PdfFascicolo/20120512_293.pdf

Bell e buon’
Sta andando molto bene “Bell e buon’. Suoni, colori e rappresentazioni” il progetto rivolto ai bambini con situazioni di svantaggio sociale e familiare che quest’anno si sta realizzando nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, nella zona orientale di Napoli.
A questo link alcuni articoli sul progetto: d_00060

Comunicare per amministrare
Un ottimo risultato lo ha avuto anche la prima edizione del corso di formazione “Comunicare per amministrare”, promosso dalla Fondazione Valenzi e dal magazine Spinning Politics e coordinato da Marina Ripoli, rivolto a candidati, amministratori locali e dirigenti politici che intendono ampliare e migliorare le proprie conoscenze e capacità di comunicazione pubblica e politica. Il corso ha visto la partecipazione di docenti d’eccezione come Mario Rodriguez e Gabriele Cazzulini e si concluderà prima dell’estate. L’ultimo appuntamento, ad esempio, è stato sabato 5 maggio, quando nel pomeriggio, dopo la presentazione del nuovo libro di Gianluca Sgueo “Lobbying & lobbismi. Le regole del gioco in una democrazia reale” (Egea editore), abbiamo chiesto all’autore, che da dicembre è Coordinatore dei rapporti con il cittadino, sito web e flussi informativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di illustrare ai partecipanti le strategie di comunicazione con i cittadini del Governo.
In tanti mi chiedono come essere sempre informati sull’agenda della Fondazione. Gli interessati possono inviare un’email a: segreteria@fondazionevalenzi.it

Il Presidente Napolitano inaugurerà mercoledì 16 Maggio a Tunisi la Mostra “Omaggio a Maurizio Valenzi” anteprima della grande esposizione che la Fondazione Valenzi organizzerà a Roma a novembre
Sarà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad inaugurare a Tunisi all’Istituto Italiano di Cultura mercoledì 16 Maggio la mostra “Omaggio a Maurizio Valenzi”, di cui sono curatori il direttore dell’Istituto Luigi Merolla e la Presidente della Fondazione Lucia Valenzi. L’esposizione che raccoglie le opere del periodo tunisino e a questo ispirate è un’anteprima del più grande allestimento artistico che presenteremo a fine anno. Una passione, quella per la pittura, che Valenzi ha coltivato fin da giovane e lo ha portato ad essere riconosciuto e stimato pittore non solo in Italia. Valenzi ha iniziato la sua attività pittorica proprio in Tunisia ed è significativo per noi che la valorizzazione della sua opera parta proprio da qui, dove negli Anni Trenta era forte l’influenza delle avanguardie artistiche del Novecento. A novembre questo percorso culminerà nella grande mostra che si terrà a Roma. Le litografie L’impegno per la valorizzazione dell’opera artistica di Valenzi continua inoltre con l’edizione a tiratura limitata in centocinquanta copie per collezionisti di quattro litografie, stampate da Arti Grafiche Boccia SpA, che riproducono alcuni tra i suoi migliori dipinti. Chi è interessato può prenotare le litografie scrivendo alla segreteria della Fondazione. I nomi dei collezionisti saranno presenti in tutti i materiali di comunicazione della mostra.

La prima cartella è stata prenotata dal Presidente Napolitano.
Un’anteprima delle litografie è disponibile all’indirizzo: http://issuu.com/fondazionevalenzi/docs/anteprima_litografie 5×1000

Per realizzare tutto questo, le iniziative ed i progetti che lanceremo nei prossimi mesi la Fondazione ha un immediato bisogno di risorse. Ed in quest’ottica vi chiedo anche di devolvere il 5×1000 delle tasse alla Fondazione Valenzi inserendo il codice fiscale: 95118740638. Per questa newsletter mi fermo qui e vi ringrazio per l’attenzione.

Per chi non le avesse lette (ed avesse piacere di farlo….) le precedenti newsletter sono a questo link: http://www.robertorace.it/newsaltro.aspx

Ancora buona domenica e buona settimana
Roberto

Iscriviti alla Newsletter









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi