IL VALLANZASCA DI PLACIDO ALLA FONDAZIONE VALENZI
20 gennaio 2011
DE BEERS, LIU JO LUXURY E BUCCELLATI DIVENTANO CASO DI STUDIO AL POLITECNICO DI MILANO
27 gennaio 2011

UN BREVETTO PER RISPARMIARE ENERGIA USANDO L’ASCENSORE

Articolo scritto per Panorama Economy
L’innovazione e la ricerca per le energie alternative ripartono dalla Basilicata. È un’azienda di Potenza, infatti, la Eco Sun Power del gruppo Finea, che lancia la sfida con due nuovi brevetti e pone le basi allo sviluppo di nuovi centri di eccellenza al Sud per la ricerca e la produzione di sistemi focalizzati al risparmio energetico, al recupero e alla produzione di energia in forma pulita. «Accanto ai tradizionali sistemi eolici e fotovoltaici vogliamo concentrare l’attenzione su soluzioni in grado di recuperare e riutilizzare quella parte di energia cinetica che normalmente andrebbe persa, perché rappresenta un enorme potenziale di riutilizzo e risparmio» afferma il direttore generale Fabio Primerano. A questo scopo nasce Ers, Energy Retrieve System, il brevetto di punta di Eco Sun Power, un sistema in grado di far risparmiare e recuperare l’energia che, in fase di frenata e discesa durante il movimento di ascensori e sistemi elevatori verrebbe altrimenti dissipata, e di renderla disponibile come energia elettrica. Il campo di applicazione è vastissimo (utenze domestiche, ospedali, strutture ricettive, comunità e uffici pubblici) e i benefici sono significativi: fino al 30% dell’energia consumata per il funzionamento dell’impianto di elevazione/sollevamento. Secondo i dati Enea, in Europa esistono 4,8 milioni di ascensori che in un anno consumano circa 17 Twh, pari a una spesa di 4,5 miliardi di euro. In Italia il consumo si attesta a circa 2 Twh, pari a una spesa di 540 milioni. Applicando il sistema Ers, il risparmio risulterebbe pari a un miliardo e 350 milioni a livello europeo e a 162 milioni per l’Italia. Il secondo brevetto, Energy Multiplying System (Ems), è un sistema, destinato agli acquedotti, in grado di aumentare fino a otto volte la pressione e, quindi, la portata dell’acqua, ma senza un aumento dei costi energetici associati al funzionamento delle pompe e dei compressori necessari per il trasporto dell’acqua. Inoltre, il sistema non ha impatto ambientale, poiché rende inutili i motori diesel.

Iscriviti alla Newsletter









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi