Lavoro: sbarca in Italia The Ghost Team, scrittura a servizio di vip e manager
9 gennaio 2019
Il Ceo Activism. Una mia dichiarazione su Il Sole 24 ore
26 maggio 2019

I protagonisti di dicembre 2018

Continua la rubrica (anticipata agli iscritti alla newsletter del sito via email) che sarà pubblicata anche su Formiche e su Linkedin.
Segnalo quelli che per me sono stati i protagonisti del mese che ci ha preceduto, con nomine, premi ed alcuni appuntamenti di rilievo.

Luigi Abete e Paolo Boccardelli. La Luiss allarga i suoi orizzonti ed esporta in Francia il corso specialistico per la gestione delle imprese familiari. La Business School, guidata da Paolo Boccardelli e presieduta da Luigi Abete, ha infatti firmato una partnership con la parigina IESEG per tenere oltralpe due sessioni del corso dedicato a quelle che sono il tessuto del capitalismo nostrano, ma anche francese. Solo in Italia, infatti, ci sono 780 mila imprese familiari, pari all’85% del totale e al 50% di quelle con oltre 50 milioni di fatturato. A sua volta, l’IESEG spedirà a Roma alcuni figli di imprenditori francesi.
A presiedere il comitato scientifico del corso, che partirà a febbraio e vuole aiutare le imprese familiari ad aprirsi al mercato e a gestire l’eventuale passaggio generazionale, è Gian-Maria Gros Pietro, presidente del gruppo Intesa Sanpaolo. Direttore del corso è Fabio Corsico, direttore External Relations e Public Affairs & Development di Caltagirone Group.

Gian Domenico Auricchio. L’imprenditore è stato confermato Presidente di Unioncamere Lombardia per il triennio 2018 – 2021.
Oltre che Presidente della Camera di commercio di Cremona (dal 2003), Auricchio è amministratore delegato della Gennaro Auricchio SpA dal 1992 e Presidente di Assocamere Estero (Associazione delle Camere di commercio italiane all’estero), già Vice Presidente di Unioncamere Nazionale e Presidente di Federalimentare. Nel 2010 è stato nominato Cavaliere del Lavoro e ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il premio “Leonardo Qualità Italia 2009”. Nel 2011 gli è stato conferito il premio “Guido Carli” per l’impegno in campo economico.

Walter Bertin. Fondatore e AD di Labomar. L’azienda ha festeggiato i 20 anni dalla nascita. Nata per rispondere alle esigenze e al desiderio di scoprire nuove soluzioni per il benessere, l’azienda del fondatore-farmacista fattura oggi 43 milioni di euro occupandosi di ricerca, sviluppo e produzione di integratori alimentari, dispositivi medici, alimenti a fini medici speciali e cosmetici per conto terzi.

Urbano Cairo. Il patron di Rcs Mediagroup ne ha pensata un’altra delle sue. Sfruttando un vuoto di mercato lasciato dalla concorrenza non diretta, Cairo ha dato mandato a un uomo chiave di via Rizzoli come Alessandro Bompieri di lanciare business school brandizzata Rcs.

Luigi Carbone. L’Ansa lo ha definito “un problem solver specializzato in semplificazioni, con una forte impronta internazionale (ha presieduto due comitati Ocse) e ‘maestri’ del calibro di Sabino Cassese e Giuliano Amato”.
Luigi Carbone è il nuovo Capo di Gabinetto del Ministro dell’Economia e delle Finanze. Carbone stato il più giovane consigliere di Stato e consigliere parlamentare del Senato di sempre.
Non lo conoscevo e nel sentire alcuni suoi interventi on line ci sono molte aspettative.

Manfredi Catella. E’ in assoluto uno dei protagonisti della rinascita di Milano. Con la sua Coima ha realizzato una delle più importanti opere di rigenerazione urbana mai avvenute in Italia negli ultimi decenni. La “Biblioteca degli alberi”, il terzo parco urbano più grande di Milano, inaugurata a novembre, è diventata già una meta turistica e un punto di riferimento per i milanesi.

Vera Corbelli. Il 15 dicembre il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha affidato al segretario generale del Distretto idrografico dell’Appennino Meridionale, la predisposizione del masterplan sul fiume Sarno, il fiume più inquinato d’Europa. Il masterplan, sarà definito con la collaborazione dei sindaci, degli enti locali e delle istanze provenienti da tutto il territorio. Alcuni lotti del Grande Progetto Sarno sono già in fase di progettazione, con tutte le relative criticità. La Corbelli, geologa di fama internazionale che ha dato un nuovo volto a Taranto, ha un mandato complesso: coordinare tutte le attività’ scollegate realizzate dai tanti enti competenti.

Fabio De Felice. Il vulcanico imprenditore napoletano fondatore di Protom che ha acquisito lo storico marchio di biciclette Taurus, azienda che quest’anno ha compiuto 110 anni, ha presentato a dicembre la prima linea di biciclette elettriche.

Federico Monga. Il direttore de Il Mattino, nel ribadire il ruolo del giornale come principale testata del Mezzogiorno, ha promosso l’iniziativa e lo speciale “Dal Sud al mondo. Voci e storie di successo”. Il 7 dicembre al Teatrino di Corte di Palazzo Reale a Napoli manager, imprenditori, scienziati e startupper del Mezzogiorno sono stati invitati a raccontarsi in un evento condotto dal giornalista Nando Santonastaso. Tra i protagonisti dell’evento l’Ad Invitalia Domenico Arcuri, il direttore di SRM Massimo De Andreis, il maestro Riccardo Muti, l’AD del Gruppo Grimaldi Manuel Grimaldi, l’AD del Gruppo Di Martino Giuseppe Di Martino, l’AD di Magnaghi Aeronautica Paolo Graziano e il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Monica Parrella. Il ministro dell’economia Tria ha nominato a fine dicembre la Parrella direttore del personale del Mef. La Parrella, che ha iniziato a lavorare con Mario Draghi, vanta una lunga esperienza a Palazzo Chigi.

Gino Signore. La sua Maison Signore continua a crescere. Annunciata l’acquisizione di “Le Spose di Sofia”, azienda leccese apprezzata per il prodotto di qualità tutto made in Italy, con una capillare penetrazione nel mercato nazionale.
L’espansione di Maison Signore va di pari passo con la salvaguardia del Made in Italy, in particolar modo se prodotto al Sud. In Puglia, nel 2017, aveva già rilevato il brand Giovanna Sbiroli, aprendo un’unità produttiva a Putignano, capitale del bridal, dove si realizza più del 40% della produzione italiana del settore.

Damaso Zanardo. L’imprenditore ha svolto nel modo migliore il suo ruolo di civil servant. Da presidente di A.S.Po, Azienda Speciale del Porto di Chioggia di proprietà della Camera di Commercio di Venezia Rovigo, è riuscito a sbloccare e far partire gli interventi di bonifica, del valore complessivo di 35 milioni di euro. Porteranno alla riqualificazione di un’area di 60 mila metri quadri ricolma di circa 395 mila metri cubi di rifiuti RSU, prodotti nel comune di Chioggia dal 1961 al 1984: una tra le discariche oggetto di infrazione, segnalate dalla Commissione Europea, più estese a livello nazionale.
In un anno, definito di traghettamento, Zanardo ha riportato Chioggia e il suo porto al centro di un progetto strategico per l’area metropolitana di Venezia e, dal punto di vista logistico, per l’industria del Nord Est.
Per le sue dimensioni, si tratta dell’intervento di bonifica più importante realizzato in Italia, che in 18 mesi porterà al raddoppio del Porto di Chioggia. Ad aggiudicarsi i lavori Herambiente, la società del Gruppo Hera, guidata da Andrea Ramonda, leader a livello nazionale nel trattamento rifiuti, aggiudicatrice della gara in ATI con tre aziende del territorio veneto, CGX Costruzioni Generali Xodo Srl, Idea Srl e Rossi Renzo Costruzioni Srl.

Premi

Il “Premio Minerva Donna d’eccellenza 2018” a Eleonora Andreatta, Francesca Di Carlo, Marcella Panucci e Elisabetta Romano
Il 13 dicembre, è stato assegnato il ‘Premio Minerva Donna d’eccellenza 2018′ a Eleonora Andreatta, direttore Rai Fiction, Francesca Di Carlo, direttore People and Organization Gruppo Enel, Marcella Panucci, direttore generale Confindustria, ed Elisabetta Romano, chief technology officer Tim.
Il Premio, giunto alla sua terza edizione, si è caratterizzato per una platea istituzionale e di pubblico in sala degna delle grandi occasioni, ma le vere protagoniste sono state ancora una volta le donne, che con lavoro e determinazione si sono distinte nei rispettivi ambiti di attività.
Alla premiazione hanno partecipato, tra gli altri, Nicola Claudio, direttore Governance Rai, Patrizia Grieco, presidente di Enel, Cesare Avenia, presidente Ericsson, Stefano Cuzzilla, presidente Federmanager, Giovanni Lo Storto, direttore generale Luiss Guido Carli, Paolo Boccardelli, direttore Business School Luiss Guido Carli.

I GGI Awards di Assolombarda ad Alessandra Guffanti, Maria Anghileri e Antonino Idà
Il Gruppo Giovani Imprenditori (Ggi) di Assolombarda, guidato da Mattia Macellari, ha lanciato la prima edizione del GGI Awards, iniziativa che intende dare visibilità alle aziende associate che si sono particolarmente distinte per la loro capacità di crescere, innovare e implementare best practice.
I premi sono stati consegnati l’11 dicembre, durante la tradizionale cena di Natale
Tre le categorie di premi: “Premio PMI al femminile”; “Premio sviluppo internazionale”; “Premio ricerca e innovazione”.
Per la sezione PMI AL FEMMINILE, il riconoscimento della giuria è andato ad Alessandra Guffanti (Tricodor srl – Guffanti Concept) per “l’eccezionale attenzione profusa nello sviluppo e nella crescita delle risorse umane, in gran parte costituito da giovani donne, all’interno della propria azienda.”
Il premio per lo SVILUPPO INTERNAZIONALE è andato a Maria Anghileri (Eusider spa) per “gli eccezionali risultati che ha saputo ottenere con il suo Gruppo, sia in termini economici che strutturali, nel percorso di internazionalizzazione sul mercato europeo e del nord Africa in un settore, quello dell’acciaio, contraddistinto da grande complessità e concorrenza internazionale.”
Infine, per quanto riguarda RICERCA E L’INNOVAZIONE, il riconoscimento è andato ad Antonino Idà (Algaria srl) per “i risultati raggiunti nello studio delle alghe e per il loro utilizzo nella depurazione delle acque. Un progetto particolarmente importante perché inserito in un settore, quello della salvaguardia ambientale, in cui le imprese potranno giocare un ruolo determinante”.
All’evento erano presenti anche Carlo Bonomi, Presidente di Assolombarda, e Alessio Rossi, Presidente del GGI Nazionale e Vice-Presidente di Confindustria.

Nomine

Pietro Aversa diventa Presidente di Erregi Holding
Pietro Aversa è stato cooptato nel Consiglio di Amministrazione di Erregi Holding, holding di partecipazioni di proprietà dei fratelli Giuseppe e Roberto Pagliara che controlla il Tour Operator Nicolaus Tour (nel luglio scorso ha acquistato il marchio Valtur).
Aversa, che assumerà la carica di Presidente di Erregi Holding nonché di Amministratore Delegato di Nicolaus Tour, vanta numerose esperienze ai massimi livelli nel mondo del Travel & Transportation, avendo ricoperto, fra gli altri, l’incarico di co-Chairman dell’Alleanza Alitalia-KLM, e di Membro del Board di Galileo. E’ stato co-fondatore e membro del Board di Opodo, e Senior Vice President della IATA. Nel mondo del turismo, Pietro Aversa ha contribuito, in qualità di braccio destro strategico e operativo della famiglia Isoardi, al grande sviluppo di Alpitour negli anni ‘80-90.

Giovanni Laezza nuovo presidente di Aefi
L’Assemblea di AEFI (Associazione Esposizioni e Fiere Italiane) ha eletto il nuovo presidente, Giovanni Laezza di Riva del Garda Fierecongressi, che rimarrà in carica per il prossimo quadriennio. Vicepresidenti dell’Associazione sono stati nominati Antonio Bruzzone (direttore generale BolognaFiere), Lorenzo Cagnoni (presidente IEG), Fabrizio Curci (amministratore delegato Fiera Milano), Maurizio Danese (presidente Veronafiere).
Il nuovo Consiglio direttivo è inoltre composto da sei consiglieri: Alessandro Ambrosi (presidente Nuova Fiera del Levante), Giovanni Ciceri (presidente Lariofiere), Pietro Piccinetti (amministratore unico Fiera Roma), Renzo Piraccini (presidente Cesena Fiera), Renato Pujatti (presidente Pordenone Fiere), Luciano Snidar (presidente Udine e Gorizia Fiere).

Massimo Russo entra in Hearst come Chief Digital Officer Western Europe:
Massimo Russo entra a far parte di Hearst con il ruolo di Chief Digital Officer Western Europe: farà capo a Giacomo Moletto, Ceo Hearst Italia e Western Europe.
Russo sarà responsabile delle divisioni digital Italia, Spagna e Olanda e coordinerà un gruppo di 180 persone, oltre ad avere un ruolo fondamentale nell’interfacciarsi con la divisone digital Hearst Magazines a New York per assicurare continuità tra le strategie internazionali e locali e per coordinare lo sviluppo delle tecnologie e dei prodotti digitali del gruppo.
Russo, 53 anni, si è laureato in Economia e Commercio presso l’Università Cà Foscari di Venezia e ha conseguito un Master alla Luiss, scuola di specializzazione in giornalismo e comunicazioni di massa. È stato direttore di Wired dal giugno 2013 al giugno 2015; condirettore de La Stampa da gennaio a luglio 2016; da luglio 2016 è stato direttore digital del Gruppo Gedi.

Scudieri è il nuovo presidente di ANFIA
L’amministratore delegato del Gruppo Adler-Hp Pelzer è il nuovo presidente di ANFIA, l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica.
Il passaggio del testimone dall’ex presidente Aurelio Nervo è avvenuto nel corso di una tavola rotonda con alti rappresentanti del governo, imprenditori e manager del settore, sulle sfide che il settore dovrà affrontare in questo momento storico di transizione e di trasformazione del paradigma di mobilità.
Scudieri, nato a Ottaviano (Napoli) nel 1960, guida l’azienda di famiglia fondata nel 1956. Oggi l’impresa è un gruppo internazionale con 64 stabilimenti in 23 Paesi.

Ivano Vacondio nuovo presidente di Federalimentare
Ivano Vacondio, past President di Italmopa (Associazione Industriali Mugnai d’Italia) sarà a capo di Federalimentare per il prossimo quadriennio. Il nuovo presidente sarà coadiuvato, nelle sue funzioni, da 4 vice Presidenti: Silvio Ferrari (Assalzoo) – Nicola Levoni (Assica) – Paolo Mascarino (Unione italiana food) e Paolo Zanetti (Assolatte). Completano la squadra Michele Cason (Assobirra), Vittorio Cino (Assobibe), Annibale Pancrazio (Anicav) e il Presidente Gruppo Giovani Federalimentare, Alessandro Squeri.

Tg Rai. Nominati i direttori e i vicedirettori
Lungo cda a Viale Mazzini il 13 dicembre, con la presentazione dei piani editoriali da parte dei nuovi direttori di testata e la comunicazione della squadra dei vicedirettori.
Al Tg1, guidato da Giuseppe Carboni, vengono confermati Maria Luisa Busi, Costanza Crescimbeni e Filippo Gaudenzi e vengono nominati Angelo Polimeno Bottai, Grazia Graziadei, Simona Sala e Bruno Luverà.
Al Tg2, guidato da Gennaro Sangiuliano, confermati Andrea Covotta e Carlo Pilieci, vengono nominati Francesca Nocerino, Francesco Primozich ed Enzo Calise.
Al Tg3, guidato da Giuseppina Paterniti, vengono confermati Maurizio Ambrogi, Pierluca Terzulli e Giorgio Saba e viene nominato Riccardo Chartroux, oltre a Maurizio Losa a Milano.
Alla Tgr, diretta da Alessandro Casarin, viene nominato condirettore Roberto Pacchetti. Conferme per Carlo De Blasio, Ines Maggiolini e Nicola Rao, nuove nomine per Roberto Gueli e Guido Torlai.
Alla Radio, guidata da Luca Mazzà, conferme per Francesco De Vitis, Maria Teresa Torcia e Federico Zurzolo, mentre dovrebbero essere nominati Gaetano Barresi, Carmen Santoro, Angela Mariella e Ivano Liberati.

Gli appuntamenti
Connext – 7 e 8 febbraio a Milano

Inizia il conto alla rovescia per il grande progetto di partenariato industriale voluto dal Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia che si terrà a Milano il 7 e 8 febbraio.
A questo link maggiori info: https://connext.confindustria.it

Enrico Letta il 31 gennaio a Conversazioni in Borsa
Enrico Letta, nella sua veste di Dean della Paris School of International Affairs di Sciences Po Paris sarà il decimo protagonista della ciclo di eventi “Conversazioni in Borsa – Incontri con i Protagonisti” organizzati da Ruling Companies in collaborazione con Borsa Italiana. Prima di lui personalità come Giuseppe De Rita, Livia Pomodoro, Romano Prodi, Sabino Cassese e Francesco Micheli.
A questo link i video delle precedenti edizioni: https://www.borsaitaliana.it/notizie/news/conversazioniinborsa/conversazioni.htm
A questo il link per accreditarsi: https://rulingcompanies.org/incontro/milano-conversazioni-in-borsa-enrico-letta-europa-le-cinque-prime-volte-del-2019/

E per chiudere…
Si è concluso con successo Generation2Generation, il primo percorso formativo organizzato da Ortygia Business School, in collaborazione con SACE SIMEST (Gruppo CDP) e ICE, per accompagnare le family business del Sud nella sfida dei mercati globali in continua evoluzione. Tra i partecipanti Delia Milazzo, Export Manager di Montalbano Recycling, Raffaele Liberto di Coemi, Simona La Marca di Nolanplastica Spa, Vincenzo Belcastro dell’azienda Nicola Belcastro srls e Michele Greca, CEO di Ascot Industrial.

Iscriviti alla Newsletter









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi